Grand Hotel Punta Molino

Vacanze ischitane: il Grand Hotel Punta Molino fa sognare

Il turismo si sa rappresenta un anello di congiunzione importante per l’economia di un paese e quest’anno causa Covid, l’estate è partita lentamente per alcuni mentre per altri non è proprio cominciata. Possiamo affermare per quanto ci riguarda che saranno vacanze italiane all’insegna delle scoperte delle nostre bellezze e dei buoni sapori. In proposito, notizie interessanti arrivano dall’isola di Ischia, dove, si registrano dati confortanti per quanto riguarda le prenotazioni alberghiere. Un elemento positivo lo conferma l’imprenditore napoletano Eugenio Ossani  che  gestisce con cura e amore la splendida struttura del Grand Hotel Punta Molino costruita da suo padre cinquanta anni fa e che, nelle mille incertezze del momento, ha deciso ugualmente di aprire. Una decisione coraggiosa dettata dalla necessità di far ripartire il lavoro e garantire serenità a tutti i suoi dipendenti nessuno escluso. Un’intuizione che gli ha dato ragione poiché nella struttura aperta a luglio, si registra tutto esaurito in modo particolare nel fine settimana. Il dott. Ossani ritiene che è cambiato il modo di fare vacanza, si preferisce trascorrere un fine settimana più lungo con partenza il lunedì, ma deve essere  all’insegna del relax totale, di confort ( come spiaggia attrezzata, piscine termali coperta e all’aperto ) e buon cibo proprio come sono  garantiti al Punta Molino. Per un imprenditore che sa fare bene il proprio lavoro è una sfida , ma anche una dura prova mettersi in discussione in un momento così difficile e delicato. 

Entusiasmo ed energia dello staff fanno la differenza 

In proposito il direttore dell’albergo Fulvio Gaglione conferma che la ripartenza è stata oltre le aspettative. L’entusiasmo non manca nemmeno l’energia, ma quello che rende questa struttura diversa è racchiuso in una sola parola “accoglienza” come hanno sempre fatto, ma quest’anno è ancora più sentita poiché è avvolta dalla massima sicurezza anti-covid proprio per offrire un servizio in più. Le precauzioni e le attenzioni che sono state messe in campo per ragioni sanitarie,( come ad esempio la colazione servita e assistita),  non hanno spaventato  la clientela e sia quella storica che quella nuova lo hanno apprezzato. Allo stesso tempo tutto lo staff ha abbracciato questa nuova linea di condotta con entusiasmo ed energia e aggiungo con il sorriso sulle labbra anche se non si vede coperto dalla mascherina. 

Cosa è successo a questo punto?

Si è pensato di rilanciare in qualche modo tutta l’isola è non solo una parte di essa. Per questo per contribuire alla ripresa indispensabile in questo momento ci vuole una buona dose di coraggio e intraprendenza come quella espressa da altri imprenditori uniti nello stesso intento per dare  una migliore offerta turistica. 

Di chi si tratta?

A parte Ossani, suo figlio Mario ritiene che Ischia è un posto  adatto anche ai più giovani ai quali rivolge attenzioni particolari e che ritiene essere più attenti a scegliere posti tranquilli e con molti confort capovolgendo il concetto secondo cui l’isola è solo per gli anziani. L’organizzazione del Punta Molino mira anche ad eventi privati ed esclusivi  per garantire il divertimento dei giovani, in questo caso si affidano allo storico locale Rancio Fellone dove nomi memorabili come le sorelle Kessler, Fred Bongusto, Renato Zero Loredana Berté e tanti altri sono passati. Oggi è curato per eventi di moda, matrimoni e tanto altro ancora,  soddisfacendo clienti medio alti e giovani. Mario rivolge particolare attenzione alla comunicazione sui social per implementare nuovi modelli di divertimento e di conoscenze un po’ come la pubblicità fatta da Chiara Ferragni per gli  Uffizi di Firenze e avvicinare in questo modo i giovani alla cultura dell’arte. Un’idea che mi è piaciuta tanto aggiunge Mario perché ha registrato un  aumento di interesse di quella fetta di giovani che in un’altra occasione non lo avrebbero fatto.Lo spunto é stato preso ad hoc per Ischia con l’iniziativa congiuntamente decisa da tutta l’organizzazione di organizzare una cena all’insegna della promozione dell’isola dove hanno preso parte anche altri imprenditori di cui vi parlerò di seguito. È stato lanciato l’ hashtag cena ischitana Punta Molino. 

Gli altri imprenditori coraggiosi e intraprendenti che  si sono uniti al Punta Molino  per promuovere l’accoglienza e i prodotti del territorio in  una sinergia di intenti a beneficio di tutta la comunità sono: La fabbrica della pasta di Gragnano della famiglia Moccia e la compagnia di navigazione SNAV. 

Qual è stato il loro ruolo?

La cena è stata proposta con un nuovo menu estivo 2020 a base di pesce dello chef Alfonso Arcamone, con il servizio e gli allestimenti curati in modo particolare  dall’Event Manager Ciro Iacono. Lo chef ha proposto come antipasto: crudo e scottato di ricciola  con frutto della passione e lime accompagnato da Prosecco brut Cantine Antonio Mazzella. La pasta lo sappiamo bene appartiene alla nostra tradizione, non potevano mancare i  Paccheri di Gragnano Fabbrica della Pasta allo scorfano con stracciatella di friarielli ( tipica verdura campana) e provola campana dop accompagnati da Vigne del Lume Cantine Antonio Mazzella. Dentice in cesto di patate rosse dell’isola con puttanesca di olive e capperi accoppiato con un vino Punta de Felice Cantine Perrazzo. Per finire un delizioso dolce Soffiato ghiacciato alla vaniglia, croccante alle nocciole con salsa calda al rucolino d’Ischia abbinato al liquore Pipernia Ischia Sapori.

La SNAV invece rappresentata da Rosario Piscicelli Line Manager Commercial dept, che ha l’approdo a Casamicciola è stata scelta proprio per promuovere tutta l’isola. Piscicelli ha confermato i numeri in salita dei biglietti di aliscafi e traghetti per il fine settimana oltre le aspettative. Una notizia che ci conforta, ci fa ben sperare anche se sarà dura e forse lunga, ma noi vogliamo persone positive e temerarie sopra ogni previsione. Buona estate a tutti comunque!

Avatar

About Natascia Caccavale

Volli, sempre volli, fortissimamente volli. Questa è la massima a cui mi ispiro ogni giorno per trovare la giusta grinta ed affrontare la complessità della vita. Sono convinta che la volontà muova il mondo e solo attraverso essa possiamo tentare di renderci felici. Pedagogista, giornalista e scrutatrice dell'animo umano, amo vivere la vita con entusiasmo e positività. Puoi scrivermi a [email protected]

Leave a Comment