Dott. Rosario Barra Pediatra- Allergologo

Allergie pediatriche come riconoscerle

Le allergie pediatriche sono in continuo aumento ma, come ci spiega il Dott. Rosario Barra Pediatra e Allergologo, allergici si nasce e non si diventa. I sintomi possono avere esordio anche nel primo anno di età. Vi è una predisposizione genetica in quanto avere entrambi i genitori allergici o uno dei due determina un elevato rischio nel nascituro di essere allergico. La gravità dei sintomi inoltre può essere influenzata anche da fattori come: l’inquinamento ambientale e domestico, stili di vita e alimentazione.

Dott. Rosario Barra Pediatra-Allergologo

Cosa succede in un soggetto allergico?

L’allergia è una risposta anomala del sistema immunitario che riconosce come estranea una sostanza (allergene ) generalmente innocua, come se fosse un agente aggressivo da cui difendersi , scatenando una reazione avversa infiammatoria. 

Quali sintomi?

In età pediatrica è molto difficile riconoscere una reazione allergica poiché vi sono fattori di altra natura come quelli infettivi o le intossicazioni alimentari che, nei bambini possono avere manifestazioni pseudo allergiche. I sintomi interessano l’apparato respiratorio con rinite, congiuntivite e  asma, sulla cute si evidenziano  dermatite, orticaria, angioedema nell’apparato gastro enterico compaiono dolori addominali, vomito e diarrea ,in casi molto gravi si assiste all’ arresto della crescita e shock anafilattico.

Quale prevenzione?

Ci sono delle raccomandazioni per alleviare i sintomi allergici. È consigliabile l’allattamento al seno almeno per sei mesi. Successivamente vengono introdotti alimenti complementari a quelli allergizzanti. È molto importante inoltre, mantenere una profilassi domestica accurata con esclusione del fumo di tabacco, acari, muffe e peli di animali. La consulenza del pediatra allergologo è necessaria per mettere in atto misure preventive e curative. Il medico esegue dei Prick test cutanei che consistono nell’applicare delle goccioline di sostanze allergiche sull’avanbraccio in seguito a dei micro graffi eseguiti con una sottilissima lama. Il contatto degli allergeni con la pelle produce una risposta cutanea avversa che conferma l’allergia. Il test avviene in 15 minuti appena ed è indolore. Un altro esame importante è la spirometria che valuta nel soggetto che manifesta sintomi asmatici, la capacità polmonare e la sua risposta ai broncodilatanti inalatori. Nell’intervista troverete tantissime altre informazioni utili e interessanti.

Avatar

About Natascia Caccavale

Volli, sempre volli, fortissimamente volli. Questa è la massima a cui mi ispiro ogni giorno per trovare la giusta grinta ed affrontare la complessità della vita. Sono convinta che la volontà muova il mondo e solo attraverso essa possiamo tentare di renderci felici. Pedagogista, giornalista e scrutatrice dell'animo umano, amo vivere la vita con entusiasmo e positività. Puoi scrivermi a [email protected]

Leave a Comment